Stress

Stress - Master Management L’art. 28, comma 1, del D.Lgs. 81/08 ha statuito che «la valutazione dei rischi (…) deve riguardare tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, ivi compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari, tra cui anche quelli collegati allo stress lavoro-correlato, secondo i contenuti dell’accordo europeo dell’8 ottobre 2004 (…)».
Non rientrano nella nozione di stress lavoro-correlato, né le violenze, né le molestie, né lo stress posttraumatico, né lo stress determinato da personali condizioni sociali e familiari.

Metodologia per l'effettuazione della valutazione dello stress lavoro-correlato:
  • Fase 1. Individuazione delle attività che potrebbero esporre i lavoratori a rischio stress-lavoro correlato.
  • Fase 2. Creazione di gruppi omogenei rappresentativi di lavoratori al fine di focalizzare, al loro interno, le tematiche dello stress relative alle stesse attività (focus group).
  • Fase 3. Individuazione dei fattori di rischio stress lavoro-correlato e relative misure di prevenzione e protezione (organizzative, tecniche, comportamentali, ecc..), mediante questionario somministrato ai membri del gruppo e successiva indagine di approfondimento, mediante focus group.
  • Fase 4. Scelta, condivisa e concordata con la dirigenza aziendale, delle misure di prevenzione dallo stress da attuare in azienda.

Clicca qui per richiedere informazioni

VISUALIZZA ANCHE...

Date corsi di formazione

1- Corsi di formazione per Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP/ASPP), svolti in convenzione con la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma, con conseguente ...

leggi tutto
  • - Consulta la lista dei corsi di formazione in aula e in e-learning (al lato) e contattaci.